Igienizzanti per superfici

La pratica dell’igienizzazione è ormai attività molto diffusa nell’abito delle pulizie professionali, sia civili che industriali. Attraverso l’utilizzo degli igienizzanti per superfici, infatti, si riesce a garantire una profonda rimozione dello sporco, unitamente all’eliminazione di germi e batteri. In buona sostanza, questa procedura di igienizzazione è in grado di garantire un’ottimale pulizia dell’ambiente, riducendo il rischio della proliferazione di germi e batteri che, com’è noto, si formano proprio a causa dell’umidità nonché delle polveri di sporcizia.

A fronte della peculiarità di questo ramo, nel settore delle pulizie, ci si avvale generalmente dell’utilizzo di igienizzanti per superfici, che sono detersivi utilizzati laddove vi è la necessità di un’accurata azione pulente. L’esempio classico, che si riconduce all’utilizzo degli igienizzanti per superfici, è quello relativo alla pulizia degli ospedali, ove l’esigenza di una approfondita pulizia è giustamente molto avvertita. Per vero, gli igienizzanti per superfici sono ormai entrati nell’uso quotidiano, sia da parte delle famiglie che delle aziende che si occupano di gestire, per esempio, il servizio delle mense nelle scuole ovvero nelle comunità, destinate all’ospitalità di minorenni o anziani.

Ecco, in tutti questi casi (ed anche in altri) usufruire degli igienizzanti per superfici diventa quasi un obbligo, sia nel rispetto della normativa che si occupa della protezione della salute, che in funzione del benessere che deriva da un ambiente pulito ed igienizzato. Orbene, a fronte di quanto descritto, occorre specificare che, per ogni materiale esiste un prodotto che agisce specificatamente su di esso; a ben vedere, sugli scaffali presenti nei supermercati, infatti, si può notare che esistono diverse varietà di igienizzanti per superfici.

Superfici e igienizzazione

La spiegazione è semplice: ogni superficie ha delle caratteristiche che la rendono diversamente resistente da altre e, pertanto, gli igienizzanti per superfici rivestite da gres microporoso (esempio i pavimenti che, generalmente, sono presenti nei centri commerciali) sono differenti dagli igienizzanti impiegati per il marmo, che è un materiale più delicato. Da quanto indicato, ne deriva che, prima di procedere all’acquisto (e soprattutto all’uso) degli igienizzanti per superfici, occorre conoscere nel dettaglio la composizione delle superfici stesse, al fine di pulirle e conservarle nel tempo, in maniera ottimale.

Chiaramente, se il trattamento di pulizia deve essere effettuato nella cucina di un ristorante, si dovranno acquistare ed utilizzare degli igienizzanti per superfici che siano, soprattutto, in grado di rimuovere accuratamente la sporcizia dai piani di lavoro, anche se si tratta di superfici in acciaio inox. Nei settori della ristorazione, infatti, è molto elevato il rischio della proliferazione di microorganismi, batteri e funghi, che potrebbero entrare in contatto con i clienti, cagionando diverse infezioni gastrointestinali ovvero condurre a patologie come la salmonellosi.

Pertanto, l’uso degli igienizzanti per superfici è fondamentale! Indubbiamente, gli operatori che si dedicano professionalmente al settore delle pulizie, sia civili che industriali, hanno il dovere di formarsi sull’argomento, al fine di garantire la soddisfazione del cliente ovvero dei fruitori del servizio. Pertanto, se l’utilizzo degli igienizzanti per superfici è ormai frequente, prima di procedere all’acquisto ed all’uso, occorre imparare la composizione delle superfici stesse da trattare.

Richiedi informazioni

Accetta  Rifiuta 
Il presente sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti. Continuando la navigazione ne accetti l'utilizzo. Clicca qui per prendere visione dell'informativa.